7 Febbraio 2010


Fulvio Turissini - Piano


Fulvio Turissini

PROGRAMMA

R. Schumann:
Arabeske op.18
R. Schumann: Sinfonische Etuden mit den posthumen Variationen op.13 (1837)
M. Musorgskij
: Quadri di un’ esposizione


Iniziato lo studio del Pianoforte all’età di 6 anni, si diploma a Udine nel 1986 con il massimo dei voti. Segue poi i Corsi di Perfezionamento di W. Panhofer a Vienna, N. Lee in Francia, J. Demus, A. Cohen, L. Natochenny e G. Lovato in Italia. Al 1989 risale il suo incontro con Paolo Bordoni di cui diventa allievo presso l’Accademia di Alto Perfezionamento Musicale di Pescara che conclude brillantemente nel 1992, risultando il migliore diplomato fra tutte le classi di Pianoforte.
Suona regolarmente come solista e in diverse formazioni cameristiche in Italia e all’estero, riscuotendo ovunque ampi consensi di pubblico e critica, come confermano i successi ottenuti - oltre che in Italia (significativa la sua performance nella Serata di Gala del Festival Cinematografico Cinenostrum in Sicilia, alla presenza del premio Oscar Ennio Morricone) - in Austria, Germania, Francia, Croazia, Slovenia, Romania, Grecia, Giappone e Stati Uniti.
Da 3 anni viene invitato in tournèe che toccano diverse città della Bulgaria, dove si è esibito sia come solista (Yambol, Stara Zagora, Varna, Sofia), sia in veste di Direttore (Sofia Sinfonietta Orchestra, Yambol Chamber Orchestra): il riscontro ottenuto in questi anni, gli è valso l’invito per il 2010 dove sarà anche impegnato come solista con orchestra, nei concerti di F. Chopin e R. Schumann.
La prossima stagione lo vedrà poi debuttare a Parigi, in Inghilterra ed in Russia, dove è stato invitato a tenere recitals e Master Classes a Mosca e Kursk.
Ha collaborato come solista con diverse orchestre italiane ed europee, tra le quali l’Orchestra da Camera Croata con la quale ha inciso un CD di musiche contemporanee pubblicato in Belgio.
E’ ideatore, artefice e Direttore Artistico del San Daniele International Piano Meeting, un “incontro” fra docenti, grandi pianisti e giovani studenti di tutto il mondo, unico in Europa.

Di lui è stato scritto: “..Turissini ha incantato il pubblico con il suo impeccabile gusto musicale, la sorprendente comprensione della struttura dell’opera, e con le trasparenze e i colori del suo suono meraviglioso...”.
“..Non ho mai ascoltato un Debussy reso in maniera così raffinata ed affascinante.. La ricchezza di dettagli, la varietà di sfumature timbriche e la capacità di rendere il suono trasparente fino ad un’incredibile gamma di pianissimo fanno del pianista italiano un interprete ideale delle opere del Compositore francese..”
“…le Kinderszenen sono state interpretate con tanta fantasia ed espressione poetica… mentre nei Symphonische Etuden il virtuosismo, la forza e la profonda comprensione del testo hanno riscosso fra il pubblico grandi consensi…”
“Fulvio Turissini è musicista versatile con un brillante talento artistico… è una persona in cui convivono - come raramente succede - eccellenti capacità come pianista, direttore e pedagogo: un Musicista davvero completo!...”
Esibitosi di recente nella prestigiosa sede della Filarmonica di Monaco (Gasteig), la sua esecuzione delle Polacche di Chopin e dei Quadri di un’esposizione di Musorgskij è stata così recensita: “Turissini ci ha meravigliato durante tutta la serata con un altissimo virtuosismo e con il coraggio di arrivare ad esprimere fino in fondo le sue originali idee, trasmettendoci le più grandi emozioni…”